Diamo il via alla II° edizione…

Articoli

 

Al di là degli stereotipi – a fumetti ritorna per la sua seconda edizione, ovviamente arricchita dal percorso intrapreso fino a ora e da una serie di esperienze di cui questo blog è parte.

Siamo dunque entusiaste/sti di presentarvi questa versione 2.0 che, inoltre, si avvale del supporto della Regione Lazio nell’ambito dei bandi per la prevenzione e il contrasto della violenza di genere.

Il progetto culturale e formativo nasce infatti per contrastare la violenza di genere partendo dall’analisi e dalla decostruzione degli stereotipi presenti nella società, nella narrativa e nella comunicazione contemporanea.

Il percorso è articolato in tre incontri con le autrici Lucia Biagi, Alice Milani e Sara Colaone; una tavola rotonda in cui avremo la presenza di Sara Pichelli, Federico Rossi Edrighi e Zerocalcare e a cui sono chiamate/i a intervenire fumettisti/i, scrittrici/tori, sceneggiatrici/tori ecc.; infine un workshop pratico di due week end indirizzato alle ragazze e ai ragazzi del liceo artistico Giulio Carlo Argan, sotto la guida delle/dei docenti Zerocalcare, Carola Susani e Rita Petruccioli.

Perché stereotipi di genere e fumetti? Abbiamo scelto il linguaggio del fumetto perché popolare e perché capace, nel mettere in relazione immagine e testo, di rispecchiare l’immaginario e raccontare il presente. Non ci interessa regolamentare l’immaginario, ma provare a diventare consapevoli di com’è fatto e sapere che non sarà sempre così, l’immaginario non sta mai fermo.

I temi e i contenuti del percorso sono articolati intorno al rapporto tra fumetti e stereotipi. In particolare gli incontri con le autrici mostreranno alle/ai partecipanti due differenti declinazioni delle tematiche nel fumetto; la tavola rotonda punta a offrire delle riflessioni e un confronto sugli stereotipi, non solo per combatterli ma anche per verificare se il loro scardinamento e superamento non possa passare anche attraverso il loro uso. Infine, il workshop, articolato in tre appuntamenti, si concentra sulla narrazione a fumetti a partire dalle esperienze e racconti delle donne che abitano e animano Lucha y Siesta.

La prima tappa di questo nuovo percorso avrà luogo martedì 16 Gennaio alle ore 18.30, presso i locali del Progetto Eccoci (Piazza di Cinecittà, 11 – Roma). Moderato da Susanna Scrivo e Rita Petruccioli, vedrà come protagonista la fumettista, sceneggiatrice e autrice Lucia Biagi. A partire dalla sua opera Misdirection (pubblicato da Eris edizioni) saremo guidate/i in un confronto dove si parlerà di adolescenza, pregiudizi, apparenze, ricerche, percorsi, direzioni e soluzioni.

* le immagini sono tratte da Misdirection, Lucia Biagi, Eris ed.

Programma

  • 16 gennaio, ore 18.30: Incontro con Lucia Biagi, fumettista, sceneggiatrice e autrice di Misdirection (Eris)
  • 7 Febbraio, ore 18:30: Incontro con Alice Milani fumettista, illustratrice e autrice di Marie Curie (Becco Giallo)
  • 15 Febbraio ore 18.30: Incontro con Sara Colaone disegnatrice, illustratrice e autrice di Leda (Coconino Press)
  • 2 Marzo ore 18.30: Tavola rotonda con Sara Pichelli, Federico Rossi Edrighi, Zerocalcare e altr@

 

Autrici ed autori coinvolte/i:

Lucia Biagi è una fumettista e illustratrice nata a Pisa nel 1980. Come fumettista ha pubblicato “Punto di fuga” con Diabolo edizioni, tradotto anche in Francia, e Misdirection per i tipi di Eris edizioni. Al lavoro da autrice affianca la gestione della libreria torinese “Belleville Comics” e la curatela di eventi legati al fumetto. Vive e lavora a Torino.

Alice Milani è fumettista, illustratrice e direttrice editoriale della collana Rami per Becco Giallo Editore. Ha scritto e disegnato le biografie a fumetti Wisława Szymborska, Si dà il caso che io sia qui e Marie Curie (Becco Giallo). Insieme a Silvia Rocchi è autrice di Tumulto (Eris edizioni). Sue storie brevi sono pubblicate su Lo straniero, Linus, Graphic News e Turkey Comics.

Sara Colaone è disegnatrice, illustratrice e autrice di fumetti e cortometraggi animati. Ha pubblicato su riviste come Internazionale, Il sole 24ore e Le Monde diplomatique. Nel 2009 ha vinto il Premio Micheluzzi con Luca De Santis con In Italia sono tutti maschi. Ha rappresentato la graphic novel italiana al Berlin Literatur Festival 2015. Nel 2017 ha vinto il Gran Guinigi come miglior disegnatrice per il graphic novel Leda (Coconino Press).